Quanto conta il peso nella scelta di una batteria per auto: info

Ma una batteria per auto come fa ad immagazzinare tutta l’energia? La risposta è che questo processo è possibile grazie ad alcune chimiche che si innescano tra il piombo delle piastre e l’acido solforico necessario per bagnarne tutte le superfici della batteria. Sono tuttavia reazioni chimiche che hanno lo scopo di liberare oppure assorbire un determinato quantitativo di elettroni a seconda del corrispettivo quantitativo di corrente ricaricato dalla batteria.

L’accumulatore è una componente assolutamente di primaria importanza per molti motivi tra cui, probabilmente il più importante, l’avviamento del motore della macchina. Infatti tutti i motori hanno per forza di cose bisogno di girare ad determinato voltaggio per potersi innescare e a vivere la macchina. Di conseguenza è necessario che uno specifico motorino elettrico li metta in rotazione per poter poi partire.
Bisogna però sottolineare che tutte le batterie per auto si ricaricano in modo assolutamente automatico e in autonomia mentre la macchina è in funzione.

Cosa fare però se dovessimo trovarci nella situazione in cui la nostra auto non dovesse partire?

Ricaricare la batteria, come si può fare?

I motivi per cui una batteria per auto dovesse scaricarsi sono molteplici e vanno dalla dimenticanza dei fari accesi per passare anche al freddo invernale. Tuttavia, in particolare modo nelle vetture di nuova generazione, è probabile che la batteria della propria macchina possa scaricarsi a causa di un continuo e prolungato inutilizzo della stessa per un lungo arco di tempo.
Non bisogna però non sottovalutare l’aspetto dell’età della batteria, in quanto con il passare degli anni gli accumulatori di energia elettrica tendono a perdere in la loro capacità contenere la carica della batteria.
Bisogna però anche evidenziare come una batteria che è semplicemente soggetta ad un processo di scaricamento possa essere a sua volta ricaricata per poi essere portata nuovamente alla sua capacità iniziale. Per fare questo sarà sufficiente collegarla ad alcuni specifici cavetti , che faranno da ponte tra la macchina con la batteria scarica e la batteria di un’altra auto in moto al fine di creare un processo di acquisizione del quantitativo di carica sufficiente per avviare il motore.

Batterie di maggiori dimensioni, quali sono

Tra le varie cose che influenzano il processo di scaricamento della batteria influisce molto il peso specifico della stessa. Negli ultimi anni le batterie che sono uscite più recentemente dalle case produttrici, in particolare modo i nuovi modelli realizzati in piombo-acido. I modelli vecchi avevano tra i vari punti a sfavore un frequente e difficilmente evitabile deterioramento del sistema chimico-meccanico. Un processo che per certi punti di vista risultava essere irrecuperabile

Per l’appunto questo deterioramento di cui abbiamo fatto cenno, è dovuto in particolare modo dalla continua perdita della materia che va costituire le varie piastre della batteria: è un  fenomeno molto frequente purtroppo che  si innesca per due motivi,  sia per quel che riguarda un innalzamento eccessivo della temperatura, facendola diventare troppo elevata causando scompenso nelle piastre che saranno quindi sottoposte ad un continuo e repentino processo di ricarica e scarica, ma un altro motivo è legato all’eccessiva concentrazione di uno specifico elemento, ossia l’acido solforico, che si collauda a causa della mancanza continua di dosi di acqua distillata che agisce da lubrificante.

Una batteria per auto con un peso maggiore, ha la capacità di resistere maggiormente a questi processi che si dimostrano essere decisamente controproducenti per l’intero apparato e di conseguenza creano molti scompensi al funzionamento della stessa batteria

Migliori modelli di batterie pesanti

Bosch è il primo brand di cui andremo a parlare in merito a questo argomento. Si tratta di un marchio leader nel settore, che ha prodotto molti modelli di batterie nel corso della sua storia che sono arrivati a raggiungere un voltaggio pari a 12 volt. In particolare modo si tratta ì, se facciamo riferimento ai modelli più recenti, di prodotti particolarmente pesanti che arrivano a toccare addirittura i 17 kg di peso specifico.

Analizzando i vantaggi e ovviamente i punti di forza di questo brand possiamo tranquillamente nominare l’alta versatilità dei prodotti nei confronti di un numero abbastanza ampio di veicoli, cosa che li rende particolarmente adattabili. Oltretutto si tratta di un marchio che ha a suo vantaggio caratteristiche molto importanti ed efficaci come ad esempio un flusso di corrente è ottimale fondamentale per velocizzare tutto il processo di ricarica della batteria, oltre che permettere l’avviamento del motore in tempi quasi istantanei. Tuttavia questo aspetto comporta anche, come una catena, un autonomia della batteria decisamente evitando anche che si creino di frequente continui fenomeni di corrosione.

Questi prodotti nonostante il loro elevato peso, dispongono anche di una sorta di protezione nei confronti della batteria.

Protezione che, anche nel caso dovesse verificarsi casualmente  qualche scintilla durante funzionamento, non comprometterebbe lo stato e l’incolumità della stessa, questo perché il coperchio della batteria è sigillato in acciaio inox rendendo il tutto molto sicuro.

Amante del web writing e del significato più puro di informazione.

Mi piace scrivere articoli in grado di fornire il maggior numero di risposte al lettore, alimentandone la conoscenza e la consapevolezza.

Con l’illimitata varietà del mercato odierno, la capacità di scelta assume un ruolo fondamentale, aiutare a potenziarla fa parte del mio lavoro

Back to top
menu
scelta batterie auto