Quanto costano le batterie per auto a benzina? Info, modelli, prezzi

Nell’insieme degli elementi necessari da tenere completamente sotto controllo per tutto quel che riguarda il corretto funzionamento della propria auto c’è sicuramente la batteria auto, forse il più importante proprio per il fatto che determina non solamente il discorso inerente all’accensione del motore della macchina, ma bensì è fondamentale per il funzionamento di tutti i classici servizi di bordo oltre che il sistema di illuminazione dell’intero pannello di controllo quando la vettura si trova in stato fermo.

Ciononostante quando si tende a parlare di batteria auto si fa riferimento nel complesso ad un dispositivo che permette quello che viene definito un accumulo di energia elettrica, meccanismo reso possibile grazie ad un particolare processo chimico. A livello strutturale sono infatti presenti due tipi di elettrodi (che sicuramente conoscete se avete già messo mano alla vostra batteria per cercare di riavviarla con i cavetti), uno positivo e un altro negativo, questi due componenti sono a loro volta immersi in un elettrolita, ossia un elemento che ha la specifica funzionalità di poter accumulare quanta più energia elettrica possibile per poi rilasciarla a sua volta in corrente.

Inoltre la batteria auto riesce a mantenere la giusta percentuale della carica grazie allo sfruttamento di tutta la potenza extra che proviene direttamente dal motore dell’auto, e così facendo riesce a far fuoriuscire una veloce e breve dose di potenza per un brevissimo lasso di tempo che ha la durata di pochi secondi. Questa fuoriuscita è fondamentale al fine di poter consentire la partenza del veicolo.

Come ricaricare una batteria a benzina

Se per forza di cose ci si trova nella situazione in cui bisogna provvedere alla ricarica della batteria della propria auto, è molto consigliato conoscere qual è il modello utilizzato per la propria macchina. Si tratta di una particolare informazione conoscibile tramite un diretto controllo della batteria auto, oppure un altro modo può essere quello di consultare il sito internet della casa produttrice.

Per caricare la propria batteria auto il metodo più utilizzato riguarda quello dell’uso dei cavetti i quali vanno poi collegati ad una batteria attiva e in funzione di un’altra auto. Il procedimento è sostanzialmente semplice ma richiede molta attenzione. Bisognerà infatti procedere collegando il cavetto rosso e i suoi appositi  i morsetti presso i poli positivi e successivamente procedere collegando il cavetto nero ai poli negativi. Il procedimento va fatto prima sulla batteria carica e poi su quella scarica per entrambi i cavetti.

Questo procedimento permettere di attivare il motore della propria auto in quanto la batteria carica trasmetterà la giusta dose di energia elettrica alla batteria scarica tramite l’uso dei cavetti.

Complessivamente le batterie per auto a benzina hanno una durata che varia dai 4 ai 5 anni. Nel caso però si fosse obbligati a ricaricarla dopo solo un anno o poco più dall’acquisto, è bene contattare la casa costruttrice per verificare che non vi sia qualche difetto di progettazione.

Batteria auto a benzina, tipologie e fasce di prezzo, come orientarsi

Dover acquistare una batteria di ricambio è qualcosa di molto difficile se non si sa bene come muoversi, per questo motivo è molto consigliato di assicurarsi bene di avere le corrette dimensioni oltre che le posizioni dei terminali per la propria macchina. Prima di tutto bisogna quindi controllare bene il manuale della casa produttrice molto attentamente prima di procedere all’acquisto della nuova batteria auto, in modo tale da avere quante più informazioni corrette sulle giuste dimensioni da tenere conto. Le batterie sono tuttavia acquistabili in molti punti vendita adibiti, fisici e online.

Al giorno d’oggi nel mercato il modello più frequente sono le batterie al piombo-acido, ma a livello di prezzo bisogna sottolineare che purtroppo o per fortuna non esiste un costo fisso di base per la batteria auto in quanto il valore di acquisto è strettamente legato a molti fattori prestazioni, oltre che la portata e molto altro ancora. Se dovessimo però fare una media dei prezzi basandoci su quanto si vede in giro possiamo dire che il costo parte da un minimo di 40 euro fino ad arrivare anche a 200 euro.

Se sei una persona che con la propria macchina effettua dei tragitti costanti ma brevi il consiglio che possiamo darti è quello di scegliere una batteria che abbia una capacità superiore, questo perché l’accumulo totale di energia sarà decisamente superiore consentendoti di avere un avviamento del motore a più riprese. Fai molta attenzione inoltre a considerare il posto in cui andrai a tenere la macchina perché la temperatura influisce notevolmente sulle condizioni della stessa batteria. Avendo una durata media di 5 anni assicurati di comprare un prodotto nuovo piuttosto che rigenerato, dato che quest’ultimi appartengono a una categoria più delicata in quanto la rigenerazione di una batteria, se non effettuata correttamente, può causare problemi anche nel breve periodo. In ogni caso i brand che vogliamo consigliarti sono due: Varta e Bosch.

Amante del web writing e del significato più puro di informazione.

Mi piace scrivere articoli in grado di fornire il maggior numero di risposte al lettore, alimentandone la conoscenza e la consapevolezza.

Con l’illimitata varietà del mercato odierno, la capacità di scelta assume un ruolo fondamentale, aiutare a potenziarla fa parte del mio lavoro

Back to top
menu
scelta batterie auto