Guida alla scelta delle batterie per auto a lunga durata: modelli, caratteristiche, costi

Quando si parla di batterie per auto si fa riferimento ad un prodotto che, allo stato nuovo, ha una durata che varia intorno ai 4-5 anni, ma la cosa assolutamente più  importante è ovviamente il fatto di mantenerla correttamente. Infatti tra le principali cause che troviamo per quel che riguarda il deterioramento delle batterie per auto abbiamo senza ombra di dubbio la cosiddetta solfatazione, che contribuisce notevolmente al deterioramento della batteria e la sua durata. Il modo in cui la solfatazione compromette la durata della batteria è dovuto al fatto che questo particolare processo chimico viene causato soprattutto dall’inutilizzo dell’auto dato che in generale se le batterie rimangono ferme senza essere utilizzate per lunghi archi di tempo con una bassa carica elettrica al loro interno , per forza di cose le batterie finiscono per deteriorarsi in un lasso di tempo assai breve.

Cosa s’intende però con Solfatazione? Cosa succede?

In quel periodo in cui la batteria auto rimane inutilizzata dal proprietario comincia il periodo di perdita della carica elettrica della batteria, processo comune in tutte le varie tipologie di batterie,  detto questo però maggiore è il tempo in cui la batteria rimane inutilizzata e minore sarà di conseguenza l’ energia che il proprietario dell’auto troverà quando la riprenderà, ed è proprio in questo periodo in cui la batteria rimane ferma che si verifica il processo di solfatazione .

La solfatazione per definizione non è altro che la formazione di alcuni cristalli di solfato di piombo che ricoprono completamente la superficie delle pietre di piombo impedendo di conseguenza quel processo elettronico che consente alla batteria di funzionare, senza di questo  infatti la batteria diventa inerte, incapace di produrre corrente elettrica. Dir per sé la solfatazione non è un processo lungo, ma purtroppo per instaurarsi ci mette poco tempo.

Come risolvere questo problema inerente le batterie d’auto e non solo

Il processo contrario prende il nome di desolfatazione e per attuarlo è necessario saper innescare un processo che sia in grado di restituire la densità iniziale tipica della soluzione elettrolita. Niente paura, per farlo è sufficiente applicare alcuni impulsi di corrente elettrica che siano in grado di rompere e spazzare via i cristalli che si erano formati durante il processo di solfatazione.
Detto in modo concreto quello che dobbiamo fare è provare a ricaricare la batteria e una volta che abbiamo anche svitato i tappi, dobbiamo assolutamente controllare che vi sia una piccola ebollizione del liquido al suo interno.

Tuttavia queste bollicine si cominceranno a notare solamente dopo alcune ore e vorrà dire che il processo di desolfatazione sta funzionando correttamente, quindi munirsi di pazienza!
Tuttavia per poter evitare che si verifica la solfatazione è sufficiente caricare la batteria della propria macchina prima di non utilizzarla per un lungo periodo di tempo, successivamente bisognerà però caricarla con una frequenza abbastanza periodica in modo tale da che la batterie della nostra macchina rimanga in buone condizioni e sempre con il giusto quantitativo di carica.

Qual è il futuro delle batterie auto? Cosa comprare

Arriviamo dunque a parlare del futuro delle batterie per auto, ossia le batterie al litio, un prodotto che ha dimostrato numerosi e  grandi progressi soprattutto per quel che riguarda le auto elettriche e ibride. Tuttavia uno dei componenti migliorabili per quel che riguarda le batterie al litio è il livello di autonomia che possono raggiungere e il loro peso.

Bisogna però essere molto fiduciosi visto i costanti progressi che hanno ottenuto e raggiungono tuttora le nuove batterie agli ioni di litio. Questo nuovo tipo di batteria ha reso possibile alle auto elettriche di raggiungere ottimi livelli di autonomia che fino a questo momento erano addirittura impensabili. Le auto elettriche sono comunque delle vetture di alta gamma in grado di  di affrontare tranquillamente un viaggio di 300-400 chilometri senza avere il bisogno di essere ricaricate. Nei prossimi anni le batterie per auto agli ioni di litio saranno presenti in tutti i principali brand automobilistici, segno del grande successo e dei notevoli progressi ottenuti da questo progetto.

I ricercatori infatti stanno riuscendo nel loro intento di far funzionare la cosiddetta cella a ioni fluoruro ad una temperatura ambiente, grazie all’utilizzo di un particolare elettrolita liquido e uno specifico catodo di rame totalmente coperto da trifluoruro di lantanio, una componente in grado di proteggerlo dal costante rischio di corrosione, molto frequente nelle automobili.

Cosa contraddistingue questo nuovo tipo di batterie?

Questa nuova tipologia di batteria per auto possiamo dire che possiede una densità energetica di un valore tra le otto e le dieci volte superiore a confronto delle batterie tradizionali, fattore che rende possibile percorrere distanze maggiori con una maggiore soglia di autonomia. Tuttavia date le performance superiori a livello funzionale, bisogna dire che l’altra faccia della medaglia riguarda il prezzo, in quanto si tratta di un prodotto molto costoso e assolutamente superiore rispetto alla normale fascia di prezzo odierna delle batterie per auto.

Amante del web writing e del significato più puro di informazione.

Mi piace scrivere articoli in grado di fornire il maggior numero di risposte al lettore, alimentandone la conoscenza e la consapevolezza.

Con l’illimitata varietà del mercato odierno, la capacità di scelta assume un ruolo fondamentale, aiutare a potenziarla fa parte del mio lavoro

Back to top
menu
scelta batterie auto