Come pulire una batteria per auto: consigli e accortezze

È capitato a tutti almeno una volta di incepparsi nella spiacevole situazione che ci vede esaurire a causa della macchina ferma immobile che non ne vuole proprio sapere di partire. Tuttavia quasi sempre questo avviene per il guasto di una componente importante del sistema, ma nei casi più fortunati, l’inconveniente può essere generato dall’eccessivo accumulo di ossido nei terminali della batteria.

In questo articolo andremo a vedere come pulire la batteria auto della nostra macchina quando si verifica una circostanza di questo tipo, quindi mettiti comodo e leggi quanto ho da dirti.

Pulire la batteria auto con l’utilizzo del bicarbonato di sodio

  • Essere sicuri che la propria auto sia spenta. Così facendo è possibile ridurre sensibilmente la probabilità di avere problemi con i cavi.
  • Saper determinare quale tipo di configurazione apportare ai terminali della tua batteria. Per essere il più chiari possibile dire che ci sono due tipologie diverse:
  1. Nel caso i terminali si trovassero sui lati, è necessario munirsi di una chiave inglese dalla misura di 8 mm.
  2. Nel caso invece i terminali fossero localizzati sopra la batteria, sarà utile una chiave da 10 o 13 mm.
  • Allentare il dado del morsetto dell’apposito cavo negativo. Per prima cosa bisogna togliere il cavo dalla sua sede. Lo stesso procedimento deve essere fatto anche per il cavo positivo.
  • Vedere lo stato della batteria per accertarsi dell’assenza di eventuali crepe da cui potrebbe uscire l’acido. In questo caso la batteria dovrebbe essere sostituita
  •  Controlla poi che i morsetti e i cavi della batteria non presentino alcuno strappo. Questi componenti devono essere sistemati nel caso vi fosse anche solo un punto rotto.
  • Sciogliere poi un cucchiaio di bicarbonato in un bicchiere di acqua molto calda. È molto importante che l’acqua sia bollente, cosa che consente di eliminare qualsiasi forma di corrosione. Nell’eventualità si può decidere di immergere i cavi direttamente nel bicchiere per eliminare gli elementi corrosivi.
  • Risciacquare infine la batteria previo utilizzo di acqua fredda. Per svolgere questo passo è bene assicurarsi di aver lavato via tutto il bicarbonato residuo e ovviamente anche il materiale corroso. L’asciugatura deve poi essere svolta con delle pinze e dei panni puliti morbidi.
  • Lubrificare tutte le parti metalliche della batteria accertandosi delle condizioni dei morsetti. Si può utilizzare uno spray di protezione acquistabile presso qualche negozio o rivenditore specifico.
  • Collegare infine il morsetto del cavo positivo all’apposito della batteria. Bisogna quindi stringere bene il dado con l’utilizzo di una chiave e ripetere lo stesso passaggio con il morsetto negativo. Assicurati bene di aver stretto i terminali molto bene in quanto è molto importante.

Pulire i morsetti di una batteria auto

Per quanto possa sembrare strano, non è lo stesso procedimento visto nel paragrafo precedente, ma è un approfondimento nel caso si stesse cercando di pulire la propria batteria auto senza utilizzare il bicarbonato di sodio. Saper effettuare una corretta manutenzione di questo componente elettrico è di primaria importanza per potersi assicurare un corretto e longevo funzionamento della batteria. Infatti spesso e volentieri accade che la batteria non funzioni in modo molto fluido proprio a causa di alcuni fattori collegati a, come abbiamo detto prima, fenomeni di corrosione e residui di polvere. Questo insieme di accumuli uniti all’umidità possono fungere da ponti elettrici andando addirittura a causare in certi casi un surriscaldamento della batteria. Per poter svolgere un’azione di pulizia dei morsetti è importanti munirsi di specifici strumenti e materiali come ad esempio la carta vetrata, dei guanti da lavoro, un bicchiere d’acqua ecc…

È fondamentale indossare dei guanti da lavoro che siano comodi e resistenti, cosa che per quanto banale può fare enormemente la differenza dato che la batteria di un’auto contiene un liquido molto corrosivo oltre che estremamente pericoloso se viene a contatto diretto con la pelle. Il passo successivo è quello di dividere i morsetti della batteria tramite l’uso di una chiave inglese, le cui dimensioni possono essere quelle indicate nel primo capitolo di questo articolo. Ora bisogna procedere inserendo i morsetti della batteria in un bicchiere d’acqua. In questo caso non avendo utilizzato il bicarbonato di sodio, bisognerà lasciare i morsetti immersi nell’acqua per più tempo, un’intera notte è l’ideale.

Controllare bene l’ossidazione dei morsetti, cosa tenere in considerazione

Abbiamo parlato dell’importanza di non avere alcuna fonte di corrosione sui morsetti e sul resto della batteria. Il bicarbonato di cui abbiamo parlato è molto efficace per eliminare automaticamente i residui di corrosione nelle superfici potendo anche levigarle con l’aiuto della carta vetrata. Un controllo costante del livello di ossidazione permette di allungare la vita della batteria, soprattutto nel caso si tratti di un’auto che abbiamo intenzione di portare avanti per molti anni. Certo, una batteria può essere cambiata anche dopo cinque anni, ma se si può risparmiare i soldi di un’ulteriore acquisto per un’altra batteria tramite semplici e costanti controlli perché no? A voi la scelta.

Amante del web writing e del significato più puro di informazione.

Mi piace scrivere articoli in grado di fornire il maggior numero di risposte al lettore, alimentandone la conoscenza e la consapevolezza.

Con l’illimitata varietà del mercato odierno, la capacità di scelta assume un ruolo fondamentale, aiutare a potenziarla fa parte del mio lavoro

Back to top
menu
scelta batterie auto